Saluto al Sole (Surya Namaskara)

Pubblicato il 19 Mag 2019

Il Saluto al sole è una sequenza dinamica di posizioni, da eseguire in modo armonioso, sincronizzando il respiro con il movimento. Praticarlo ogni mattina ci fa star bene, e ci aiuta ad affrontare con energia tutta la giornata.

Il Saluto al sole, in sanscrito Surya significa “sole” e Namaskara “saluto”.

A seconda dello stile di yoga di riferimento, la sequenza può presentare delle varianti nelle posizioni, per esempio come nello Hatha Yoga.

Surya Namaskara è considerata una sequenza completa, in quanto lavora su tutti i muscoli del corpo. Si tratta di una serie di 12 posizioni che vengono eseguite in modo fluido e dinamico, coordinando il respiro al movimento del corpo.

IL SALUTO AL SOLE sequenza semplificata

  • Mettiti in posizione eretta, non rigida con i piedi uniti, le mani giunte davanti al petto.
  • Inspirando distendi le braccia verso l’alto mantenendo le mani giunte, flettere leggermente il tronco indietro.
  • Espirando porta le mani nella posizione di partenza e pratica la sequenza altre due volte.
  • Mantenendo le gambe dritte e i piedi uniti, inspira e fletti la schiena in avanti fino ad appoggiare le mani al pavimento o ad afferrare le caviglie, fin dove riesci senza forzare, tieni la posizione per tre respiri.
  • Inspirando mettiti genuflesso con la gamba sinistra stesa indietro e la destra piegata in avanti le mani appoggiate a terra, tieni sollevato il mento, guarda verso l’alto senza forzare la cervicale e mantieni questa posizione per 3 atti respiratori.
  • Mantenendo il peso del corpo con le braccia distendi la gamba destra indietro accanto la sinistra, espirando distenditi a pancia in giù.
  • Inspirando solleva la testa, il collo e il tronco, facendo peso su mani e avambracci appoggiati a terra (posizione della Sfinge) guarda in alto senza forzare la cervicale espirando riappoggia tronco e testa a terra, ripeti altre 2 volte
  • Ripeti le posizioni descritte dal punto (5) al punto (1) fino a tornare posizione eretta.
CHIUDI
CHIUDI